Regolamento del GAS

Organizzazione del GASpolicella

1) Il GASpolicella è un Gruppo di Acquisto Solidale di tipo informale a cui possono aderire singoli e famiglie, è nato nel 2007 e opera nel territorio della Valpolicella.

2) Il Gaspolicella si propone di promuovere:

  1. la diffusione dell’utilizzo di prodotti prevalentemente biologici, naturali, eco-compatibili;

  2. il sostegno a piccoli produttori biologici stabilendo con essi rapporti diretti che garantiscano un’equa remunerazione;

  3. la solidarietà fra gli aderenti;

  4. il consumo critico;

  5. l’autoproduzione e il riuso;

  6. stili di vita e di consumo sobri ed etici;

  7. momenti ludici e conviviali fra gli aderenti;

  8. l’approccio sostenibile nei confronti dell’ambiente;

  9. gli aspetti di “Democrazia Partecipativa” e “Economia Solidale” che consentano di:

  • sperimentare un nuovo modello di coesione e partecipazione attiva alla vita sociale improntato sulla solidarietà, reciprocità e collaborazione;

  • favorire gli scambi economici locali;

  • ridurre al minimo i passaggi intermedi fra produttori e fruitori;

  • promuovere la cooperazione tra produttori e consumatori;

3) Il funzionamento del GASpolicella si basa sullo scambio solidale, volontario e gratuito di idee e tempo tra gli aderenti.

4) Il GASpolicella aderisce alle motivazioni e linee guida della Rete nazionale di collegamento dei GAS ed il documento base è consultabile all’indirizzo http://www.retegas.org. Aderisce e partecipa inoltre al coordinamento dei GAS della provincia di Verona (InterGAS).

5) L’adesione al GASpolicella da parte di nuovi aderenti è libera ed implica la condivisione delle finalità e dei metodi del GASpolicella e l’impegno a rispettarne il carattere solidaristico.

6) Per aderire al GASpolicella si chiede l’accettazione dei principi espressi nel presente documento e la sottoscrizione del modulo di adesione, con versamento della relativa quota, per scaricare il modulo: scheda_di_adesione doppia.

7) La quota di adesione annuale di ogni aderente, inteso come gruppo familiare o singolo, dà la possibilità di partecipare agli acquisti e alle assemblee, di ricevere tramite mailing-list informazioni sulle attività del gruppo. Le quote raccolte servono per le spese vive organizzative e per altre attività, come ad esempio organizzazione di convegni, corsi, feste, partecipazione a incontri nazionali, etc..
La quota annuale viene definita dall’assemblea e va versata entro il 28 febbraio di ogni anno.

8) Le quote di adesione raccolte saranno gestite dal tesoriere, eletto annualmente dall’assemblea, che terrà aggiornata la contabilità e l’elenco degli aderenti. Entro i primi due mesi dell’anno il tesoriere procederà a togliere dalla mailing list gli aderenti che non risponderanno all’invito di rinnovare l’adesione.

9) Il GASpolicella è organizzato in zone territoriali minori suddivise nelle seguenti aree

  • Zona A: Negrar – Arbizzano – Santa Maria – Montecchio

  • Zona B: Sant’Ambrogio – Gargagnago – Volargne – Sega di Cavaion

  • Zona C: San Pietro In Cariano – Bure – Fumane – Corrubio – Castelrotto

  • Zona D: Valgatara – San Floriano – Pedemonte – Marano

  • Zona P: Pescantina – Settimo – Santa Lucia – Arcè

Ogni aderente entra a far parte di norma della zona territoriale di residenza.

10) Per permettere a chi fa richiesta di adesione di avere un momento dedicato alla conoscenza dei principi, dell’organizzazione e delle pratiche del gruppo, i nuovi richiedenti di entrare nel GAS verranno accolti la prima volta in una riunione di zona dove gli aderenti di zona saranno disponibili a dare spiegazioni e a rispondere ad eventuali domande.

11) Ogni zona al suo interno nomina i propri referenti che hanno il compito di tenere il collegamento con i coordinatori del GAS e con gli altri referenti di zona e di coordinare l’attività della zona stessa. Per stimolare la partecipazione attiva di tutti, il ruolo di referente sarà ricoperto a rotazione.

12) All’interno di ogni zona gli aderenti sono liberi di organizzarsi decidendo luogo e cadenza delle eventuali riunioni di zona ed altre attività.

13) Il GASpolicella si riunisce mensilmente in assemblea per discutere e decidere insieme su proposte e attività del gruppo. Le decisioni in assemblea sono prese a maggioranza semplice dei presenti.

14) In armonia con i principi del GASpolicella si ritiene che la partecipazione sia importante; pertanto si invitano gli aderenti ad essere presenti alle assemblee periodiche. La convocazione avviene tramite e-mail.

15) Il GAS è coordinato da due coordinatori eletti annualmente dall’assemblea, con i seguenti compiti:

  • raccogliere tutte le proposte e idee che emergono dai singoli aderenti o dalle zone;

  • tenere informati e coinvolgere gli aderenti su proposte, attività, iniziative;

  • convocare e coordinare le assemblee;

  • partecipare o delegare alla partecipazione alle attività di coordinamento dei GAS a livello locale e nazionale;

  • fungere da riferimento e rappresentanza del gruppo verso l’esterno.

16) Le comunicazioni all’interno del GASpolicella avvengono tramite l’utilizzo di una mailing list. Per facilitare la partecipazione anche delle persone che non dispongono di un accesso a internet si chiede l'”adozione” da parte di altri aderenti vicini di casa. Questi le terranno aggiornate delle varie attività. A loro volta gli “adottati” si impegnano ad essere attivi nella richiesta di informazioni.

17) Sull’uso della mailing-list del Gaspolicella si rimanda all’ultimo paragrafo.

18) Ogni aderente si impegna a non divulgare all’esterno del GASpolicella informazioni riguardanti gli aderenti: indirizzi, mail o numeri di telefono, tranne i casi in cui ci sia esplicita autorizzazione dell’interessato.

19) Gli acquisti e relativi ordini sono oggetto di regolamento degli ordini, allegato e parte integrante del presente documento.

REGOLAMENTO DEGLI ORDINI

Esistono due tipi di ordini:

Ordini a calendario e ordini a cadenza settimanale o comunque a periodo inferiore al mese.

Ordini a calendario

1) Gli ordini a calendario sono appunto stabiliti in un calendario che fissa le scadenze nell’arco dell’anno di ogni singolo prodotto o insieme di prodotti.

2) Per favorire una scelta il più possibile condivisa e in linea con i principi ispiratori della rete GAS, viene adottata una griglia di valutazione dei produttori e dei relativi prodotti (vedi allegato).

3)La scelta dei prodotti, dei produttori e le date del calendario sono discusse e redatte all’interno dell’assemblea del GAS previo esame e proposte elaborate dal referente del prodotto o dal gruppo valutazione produttori.

4) Ogni aderente potrà segnalare nuovi prodotti al referente del prodotto o al gruppo valutazione produttori che avranno il compito di “testare” la nuova proposta compilando la griglia di valutazione. La nuova proposta verrà quindi presentata all’assemblea che ne deciderà l’adozione o meno nel paniere degli acquisti, dopo un eventuale periodo di prova.

5) Per solidarietà e rispetto del lavoro dei produttori ci si impegna a dare continuità agli ordini, pertanto dovrà essere evitata sia la variazione improvvisa dei produttori, sia quelle occasionali. Ad eccezione di quanto sopra, nel caso dovessimo riconoscere l’attività di un produttore come non conforme ai principi dell’economia solidale, il produttore verrà escluso, al contrario potranno essere inclusi i produttori in difficoltà che chiedessero la nostra solidarietà; in entrambi i casi la decisione dovrà essere presa in assemblea. Per urgenze di produttori in difficoltà la decisione potrà essere presa anche tramite consultazione via mail.

6) Tutti gli aderenti al GAS a rotazione garantiscono la propria disponibilità a seguire gli ordini, mediante affiancamento di chi ha seguito l’ordine in precedenza. I compiti e le regole che garantiscono il buon funzionamento degli ordini sono di seguito specificate.

REFERENTE ORDINE DEL GAS

7) Ogni aderente a turno si impegna a seguire uno o più ordini divenendone il referente con i seguenti compiti:

  1. testare eventuali nuovi prodotti compilando la griglia di valutazione da sottoporre all’assemblea.

  2. curare i rapporti con il produttore (aggiornamento listino, modalità di compilazione dell’ordine, organizzazione della spedizione);

  3. inviare i moduli d’ordine all’intera mailing list del GAS stabilendo anche la data entro la quale devono ritornare compilati al referente di zona;

  4. raccogliere gli ordini dai singoli gruppi di zona e compilare l’ordine complessivo inviandolo al produttore;

  5. definire di volta in volta, comunicandolo al produttore, il luogo di ricevimento della merce e gli orari di presenziamento;

  6. occuparsi del ricevimento della merce;

  7. mandare comunicazione a tutti i referenti di zona dell’arrivo della merce, richiedendo il loro apporto per lo smistamento e concordando date e orari di distribuzione;

  8. distribuire la merce ai referenti di zona raccogliendo da loro i pagamenti e provvedere al pagamento del produttore, se richiesto dal produttore il referente chiederà il pagamento in anticipo, naturalmente salvo conguaglio;

  9. addebitare il costo del trasporto in modo proporzionale alle singole ordinazioni. Qualora il trasporto sia effettuato da un aderente, il referente ordine calcolerà un rimborso che tenga conto sia delle spese vive sostenute e documentate che di una tariffa chilometrica. Detto costo graverà sulle ordinazioni come al punto precedente;

I referenti sono esclusi da qualunque tipo di responsabilità sui prodotti e loro conservazione.

ORGANIZZAZIONE DEGLI ORDINI DI ZONA

8) Per tutti gli acquisti ogni zona si organizza al proprio interno individuando per ogni ordine un coordinatore che può anche coincidere con il referente di zona e che avrà i seguenti compiti:

  1. raccogliere gli ordini dei singoli aderenti e stabilire in accordo col gruppo il luogo dove dovrà arrivare ed essere distribuita la merce;

  2. inviare al referente ordine del GAS l’ordine cumulativo del gruppo;

  3. comunicare luogo e data della consegna e organizzare all’interno del gruppo il viaggio di ritiro della merce in modo da ridurre al minimo l’utilizzo dei mezzi di trasporto;

  4. coadiuvare il referente ordine del GAS nello smistamento della merce;

  5. alla consegna della merce raccogliere i pagamenti degli aderenti e farli avere al referente ordine del GAS;

I referenti sono esclusi da qualunque tipo di responsabilità sui prodotti e loro conservazione.

SINGOLO ADERENTE

9) Gli aderenti sono tenuti a prelevare i prodotti ordinati rispettando i tempi comunicati dal coordinatore ordine portando con sè lacifra esatta da pagare. In caso di impedimento si prega di avvisare il referente di ordine tempestivamente.

Ordini a cadenza settimanale

verdura, frutta e pane

CONSEGNE

1) Le consegne avvengono nel campetto davanti alla chiesa di Bure dalle 10.30 alle 12.00 di ogni sabato. Tutti sono tenuti a rispettare l’orario indicato.

2) Chi non può effettuare il ritiro entro tale orario è pregato di avvisare le persone incaricate e prendere accordi diversi.

3) Chi non ritira e non avvisa,viene contattato telefonicamente dagli incaricati entro le ore 12,00; se non è reperibile la cassetta verrà distribuita per evitare sprechi senza diritto di rimborso.

4) Alla fine delle consegne le cassette vuote raccolte dovranno essere portate in via S. Maddalena di Canossa 22 (da Lucio/Valeria).

5) Ogni alimento extra (al di fuori della cassetta, es.: uova, pane, fragole ecc.) sarà ordinato a forfait e pagato dall’incaricato del momento alla consegna degli stessi. L’acquisto da parte degli aderenti avverrà esclusivamente tramite i buoni.

PROGRAMMAZIONE

6) Ogni penultimo sabato del mese, al momento del ritiro della cassetta, dovrà essere comunicata la programmazione per il mese successivo e dovrà essere consegnato l’importo equivalente.

7) Per chi fosse impossibilitato o per chi volesse fare eventuali variazioni, ci sarà a disposizione l’ultimo sabato del mese.

8) Dopo aver raccolto tutte le programmazioni, quindi dopo l’ultimo sabato del mese, verrà mandata a tutti una mail con i programmi delle cassette ed i buoni accreditati. Tutti sono pregati di controllarne la correttezza. Se vengono riscontrati errori vanno segnalati immediatamente, perché nell’arco del mese in corso non si potranno fare variazioni: né aggiunte, né rinunce.

PAGAMENTI

9) Non sono ammessi pagamenti con contante al ritiro della verdura.

10) Ogni acquirente della verdura dovrà preparare e consegnare una busta chiusa con nome e cognome contenente: le date per le quali richiede la cassetta (parliamo sempre del mese successivo), il tipo di cassetta (Euro 5 o 8), l’importo totale esatto e l’importo dei buoni che intende acquistare.

11) I buoni saranno in pratica un credito che ognuno potrà acquistare, e che andrà a scalare ogni volta che verrà fatto un acquisto, fino ad esaurimento. Ogni acquisto potrà essere del valore minino di Euro 0,50 e suoi multipli. I buoni servono per cquistare prodotti extra.

12) Per la gestione dei buoni verrà utilizzato un foglio Excel dove sarà indicato l’importo acquistato da ognuno e riportate le spese fatte ogni sabato. Al momento della consegna l’incaricato segnerà sul modulo l’importo da scalare.

13) L’importo totale delle cassette prenotate per il mese sarà consegnato al fornitore il 1° sabato del mese stesso.

TURNI

14) Fermo restando un responsabile come referente per il fornitore, è richiesto a tutti di collaborare offrendo la propria disponibilità alla distribuzione settimanale (2 persone per turno), segnando il proprio nome sul calendario distribuzione.

RACCOMANDAZIONI SULL’USO DELLA POSTA ELETTRONICA

  • L’utilizzo della mailing-list del Gaspolicella è riservato alle sole comunicazioni legate ai temi attinenti ed affini all’attività del gruppo; non sono ammesse comunicazioni, appelli e propaganda di partiti politici. Non sono ammesse altresì comunicazioni di tipo offensivo che, a decisione assembleare, possono comportare l’esclusione dal gruppo.

  • Quando mandate un messaggio, è bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto l’argomento. Scrivete sempre l’oggetto o ‘subject’ che deve essere chiaro e preciso. In questo modo chi non è interessato all’argomento puo’ scegliere di non leggere la mail.

  • Non usate i caratteri tutti in maiuscolo nel titolo o nel testo dei
    messaggi, nella rete questo comportamento equivale a “urlare”.

  • Se rispondete ad un messaggio, la nostra lista è impostata per mandare la risposta al solo mittente e non a tutta la lista, questo per evitare che le risposte che non interessano tutta la lista riempiano le caselle postali di tutti. Se invece volete che tutti leggano la vostra risposta dovete sostituire l’indirizzo del destinatario con il nostro: gaspolicella@googlegroups.com

  • Se rispondete ad un messaggio, evidenziate i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma evitate di riportare l’intero messaggio originale.

  • Evitate di condurre “guerre di opinione” in lista a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe personali, è meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interessati.

  • Non pubblicate mai all’esterno della lista, senza l’esplicito permesso dell’autore, il contenuto di messaggi di posta elettronica avvenuti in lista.

  • Non inviate tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o messaggi appartenenti a catene di S. Antonio.

  • Non siate intolleranti in genere.


Esistono in internet delle regole di buona educazione sull’uso degli strumenti di rete, potete leggere maggiori informazioni alla pagina:
http://it.wikipedia.org/wiki/Netiquette

I commenti sono chiusi.